INDUSTRIA IoT:

Previste 37 miliardi di connessioni globali nel 2025

Secondo stime di Juniper Research, le fabbriche smart (smart factory) stanno diventando realtà e rappresenteranno il 60% delle connessioni IoT globali nel 2025. Si tratta di un bel salto in avanti, con le connessioni globali che passeranno dalle attuali 17,7 miliardi a 36,8 miliardi nel 2025, in uamento del 107%.

Secondo l’indagine il segmento dello smart manufacturing è il fulcro dell’incremento del mercato globale dell’IoT  nei prossimi 5 anni, e conterà 22 miliardi di connessioni.

La nuova ricerca prevede che un ruolo contrale sarà ricoperto dal 5G e dalle reti LPWA (low power wide area) per la creazione di nuovi servizi nel mercato industriale.

Driver

Entrambe queste tecnologie contribuiranno a trasformare la teoria della smart factory in pratica, potendo contare su dati in tempo reale ed elevata densità di connessione a sostegno di operazioni sempre più automatizzate. Fra i driver principali, il report identifica i servizi 5G privati, considerati cruciali per massimizzare il valore della smart factory per i servizi degli utenti, sfruttando la tecnologia per consentire livelli superiori di autonomia tra le operazioni.

Ciò consentirà ai produttori su larga scala di ridurre la spesa operativa attraverso guadagni di efficienza. La ricerca prevede che oltre l’80% del valore di mercato globale dell’IoT industriale sarà attribuibile alla spesa per il software entro il 2025 raggiungendo 216 miliardi di dollari.

Software fattore essenziale

I software che utilizzano l’apprendimento automatico (machine learning) per fornire una migliore analisi dei dati e identificare le vulnerabilità della rete sono ora considerati essenziali per le operazioni di produzione connesse. I produttori devono prestare attenzione quando implementano la tecnologia IoT e resistere alla tentazione di introdurre la connettività a tutti gli aspetti delle operazioni. Al contrario, i produttori devono concentrarsi sulla raccolta di dati sulle aree di maggior valore per aumentare l’efficienza.