Packaging

Packaging
 
Il packaging è il prodotto, composto da materiali di qualsiasi natura, adibito a contenere e a proteggere determinate merci, dalle materie prime ai prodotti finiti, a consentire la loro manipolazione e la loro consegna dal produttore al consumatore (o all’utilizzatore) e ad assicurare la loro presentazione.
 
Il packaging deve rispettare una serie di obiettivi: proteggere la merce, evitare furti, essere economicoe rispettare un equilibrio tra le sue prestazioni e il suo costo, sia dal punto di vista del materiale impiegato, sia del tempo impiegato per realizzare l’operazione di imballaggio. Dal punto di vista ecologico è importante che per il packaging vengano usati materiali facilmente riciclabili e nella minor quantità possibile.
 
In Italia il packaging è diviso in tre tipologie o categorie funzionali:
packaging primario (per la vendita)
packaging secondario (multiplo)
packaging terziario (per il trasporto)
 
Si definisce packaging primario il rivestimento che confeziona il singolo prodotto pronto al consumo. Ad esempio, in una lattina contenente aranciata, il barattolo di alluminio costituisce il packaging primario. L’imballaggio consente di conservare nel tempo e trasportare beni altrimenti deperibili.In poche parole è il primo involucro o contenitore del prodotto che riveste direttamente l’articolo per la vendita.
 
Il packaging secondario (detto anche multiplo) costituisce il raggruppamento di un certo numero di unità di vendita. Di solito lo si trova nel punto vendita e può essere rimosso dal prodotto senza alternarne le caratteristiche. Esempi di packaging secondario possono essere una confezione contenente più bottiglie, una confezione da tre scatole di piselli, una confezione di dieci scatole per CD, un confezionamento contenente 10 pacchetti di sigarette (la cosiddetta stecca).
 
Infine, il packaging terziario: è un imballaggio concepito in modo da facilitare la manipolazione ed il trasporto di un certo numero di unità di vendita oppure di imballaggi multipli, per evitare la loro manipolazione ed i danni connessi al trasporto.
Alcuni esempi: un pallet di confezioni o di scatoloni, uno scatolone contenente confezioni. Quindi, nel caso di beni di largo consumo, il packaging terziario è riservato all’utilizzo all’interno della catena di distribuzione e, salvo casi particolari, non arriva all’utilizzatore finale.
 
Materiali più utilizzati per i vari tipi di packaging:
• Pluriball
• Friselina
• Alluminio
• Cartone
• Plastica
• Bioplastica

back to top